Piccole Suore della Sacra Famiglia

 

Presenza significativa nella nostra comunità parrocchiale sono le Piccole Suore della Sacra Famiglia, attive in vari ambiti pastorali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia è stato fondato a Castelletto di Brenzone (Verona), sul lago di Garda, il 6 novembre 1892, dal sacerdote e parroco don Giuseppe Nascimbeni, con la collaborazione di Madre Maria Domenica Mantovani.

Nascimbeni volle le suore perché lo aiutassero nella pastorale parrocchiale, e collaborassero con le famiglie nell’educazione dei figli e nell'assistenza delle persone anziane e ammalate.

Sempre si chiamino Piccole Suore della Sacra Famiglia

(il Fondatore).

 

CASA DI CURA TONIOLO

 

La Casa di Cura Madre Fortunata Toniolo è sorta nel 1956 "perché l'ammalato venisse accolto e trattato come persona meritevole di ogni riguardo e di ogni rispetto; fu voluta per offrire a tutti un servizio dignitoso e di alto livello per prestazioni medico-sanitarie". Si è proposta, da sempre, la testimonianza di fede e di amore, l'accoglienza cordiale e fraterna, l'assistenza qualificata, l'adeguatezza dei servizi, l'assenza di finalità di lucro, la condivisione degli eventuali vantaggi con i poveri delle missioni dell'Istituto.

 

 

La Casa di Cura vuole essere un messaggio di speranza per tutti coloro che operano nel mondo della salute, per le famiglie, per i pazienti stessi, per ogni persona di buona volontà.

L'attività degli operatori sanitari è espressione di impegno professionale, di servizio alla vita che si esprime in una presenza "premurosa" accanto al malato. Nell'assistenza e nella cura, la persona tiene sempre il primo posto, secondo la concezione cristiana dell'uomo. Essa è garantita nei suoi diritti, rispettata nella sua dignità e integrità, nella sua complessità psicofisica, umana, spirituale e sociale.

Per questo, il servizio ed ogni prestazione medico-sanitaria sono di alto livello, adeguati nella qualità al progressivo evolversi della scienza medica, ai desideri, alle attese e ai bisogni del malato e della sua famiglia. “Nella Casa di Cura Toniolo l’ammalato è accolto con serena amabilità, in ambienti ampi e luminosi, in camera a due letti, arredata sobriamente, ma dotata di tanti accorgimenti per offrire al degente un soggiorno confortevole”. Al personale religioso e laico è chiesto di lavorare con senso di responsabilità e con amore, in collaborazione con tutti gli operatori, per il benessere globale del malato. (Cfr. Il sorriso della carità).

Per suor Lamberta, "l'ammalato è il sacramento della presenza e dell'azione redentrice del Cristo Salvatore. L'ospedale e la casa di cura sono un santuario eucaristico della redenzione e della riconciliazione universale. Riportare il Cristo nell'ospedale è riportarlo nella società". Alla base dell'Opera sono posti dei principi cristiani a cui si ispirano le Piccole Suore della Sacra Famiglia che gestiscono la Casa di Cura e li propongono a tutti i collaboratori perché lo spirito che ha animato e sostenuto quest'opera di Chiesa, continui ad essere presente e impegni ognuno ad offrire un sempre maggior qualificato servizio all'uomo.

 

Orari Ss. Messe presso la Casa di Cura "Madre Fortunata Toniolo":

  • Lunedì, Martedì, Mercoledì, Venerdì e Sabato ore 06.50.
  • Giovedì ore 17.00.
  • Domenica ore 10.30.

 

 

 

 

Anche quest'anno si terranno gli INCONTRI DI CATECHESI (tema: Atti degli Apostoli) guidati da don Stefano Maria Savoia presso il salone al 4° piano della Casa di Cura Toniolo dalle ore 20.00 alle ore 21.00. Gli appuntamenti nel 2019:

  • 16 gennaio (mercoledì)
  • 14 febbraio (giovedì)
  • 14 marzo (giovedì)
  • 11 aprile (giovedì)
  • 8 maggio (mercoledì)
  • 12 giugno (mercoledì)

 

 

Inoltre quest'anno si terrà il RITIRO SPIRITUALE (S. Messa con lodi inserite e riflessione dopo il vangelo) guidato da padre Enzo Brena presso la Cappella al 4° piano della Casa di Cura Toniolo i sabato alle ore 06.30. Gli appuntamenti nel 2019:

  • 12 gennaio
  • 9 febbraio
  • 2 marzo
  • 6 aprile
  • 4 maggio
  • 1 giugno